La Confermazione

IL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE

Che cos’è la Confermazione? La Confermazione, o Cresima, è il sacramento che perfeziona la grazia battesimale; esso dona lo Spirito Santo per radicarci più profondamente nella filiazione divina, incorporarci più saldamente a Cristo, rendere più solido il nostro legame con la Chiesa, associarci maggiormente alla sua missione e aiutarci a testimoniare la fede cristiana con la parola accompagnata dalle opere.

La Confermazione lascia qualche segno indelebile? Anche la Confermazione, come il Battesimo, imprime nell’anima del cristiano un segno spirituale o carattere indelebile: perciò la si può ricevere una volta sola nella vita.

Quando viene conferita la Confermazione? Nella Chiesa latina viene conferita normalmente quando si è raggiunta l’età della ragione.

Chi può amministrare la Confermazione?  Normalmente è il vescovo, significando così che questo sacramento rinsalda il legame ecclesiale.

Come si riceve la Confermazione? Il candidato alla Confermazione che ha raggiunto l’età della ragione deve professare la fede, essere in stato di grazia, avere l’intenzione di ricevere il sacramento ed essere preparato ad assumere il proprio ruolo di discepolo e di testimone di Cristo, nella comunità ecclesiale e negli impegni temporali.

Qual è il rito essenziale della Confermazione? Il rito essenziale della Confermazione è l’unzione con il sacro Crisma sulla fronte del battezzato, accompagnata dall’imposizione delle mani da parte del ministro e dalle parole: «Ricevi il sigillo dello Spirito Santo

Come si esprime il legame con il Battesimo? Quando la Confermazione viene celebrata separatamente dal Battesimo, il suo legame con questo è espresso, tra l’altro, nella rinnovazione delle promesse battesimali. La celebrazione della Confermazione durante la Liturgia Eucaristica contribuisce poi a sottolineare l’unità dei sacramenti dell’iniziazione cristiana.

Condividi con i tuoi amici: