Linee direttive

Domande rivoltemi all’inizio del mio servizio da parroco a Monaco di Baviera nella Parrocchia di Santa Croce
Che mi aspetto dalla chiesa? Con il Card. Carlo Maria Martini rispondo: Che parli la lingua del cuore e della misericordia e che la sua lingua sia biblica, cioè che si capisca e sia esistenziale
In quale momento mi sento particolarmente felice: Nella Celebrazione Eucaristica, quando celebro con amici
Detti che mi hanno sempre orientato: Mi richiamo a queste saggezze:
• Augustinus: In necessariis unitas, in coeteris libertas, in omnibus caritas (Nella necessità uniti, nel resto liberi, in tutto in armoniosa carità)
• Hieronymus: Ignoratio enim Scripturarum ignoratio Christi est (Chi ignora la sacra Scrittura non conosce Gesù)
• S. Giovanni XXIII.: Semplificare le cose complicate e non complicare le cose semplici.
• Paulo VI.: Felicissimus in Domino
• Frederico Mayer Zaragoza (Direttore dell‘ UNESCO): Fare meno, per fare meglio
• John Major: Preferisco il dialogo seduto davanti al camino.

Meine Hobbies:
Leggere: Bibbia, filosofia, teatro, arte, architettura, liturgia
La mia musica preferita: Opera italiana, Bach, Beethoven. Mozart, Canzoni Napoletane.
Sono una sacerdote tradizionalista o progressista?: I tradizionalisti guardano indietro con un sguardo nostalgico al bei tempi che furono, ma che non ci sono mai stati. Il progressista sogna un futuro utopico, che non ci sarà mai. Ambedue perdono l’oggi. Io sono un esistenzialista ottimista.
(Dr. Orazio Bonassi nato in Rezzato il 27. Mai 1941 Ordinato a Brescia nel Duomo Nuovo il 25. Juni 1966
In Germania dal 1970
don Orazio con pianeta

Condividi con i tuoi amici:

Autore: Bonassi Orazio

Nato a Rezzato in Provincia di Brescia il 27.maggio 1941 Cittadino Tedesco e appartenente al Clero della arcidiocesi di Monaco di Baviera. Ordinato Sacerdote a Brescia il 25 giugno 1966. Residente a Kammlach.